ico_scuola sei in : scuola > progetto formativo > obiettivi e contenuti   
aree disciplinari  monte ore  tirocinio  supervisione   verifica   home

progetto formativo    docenti    organizzazione     iscrizioni     area riservata 

Obiettivi e contenuti
La Scuola offre una formazione finalizzata alla pratica professionale musicoterapica, rivolgendosi a: operatori del settore socio sanitario, musicisti, insegnanti, psicologi, medici e, in generale, tutti coloro che desiderino acquisire competenze musicoterapiche. La figura professionale formata dalla Scuola CMT è quella del musicoterapista che può operare in equipe nei diversi ambiti applicativi della Musicoterapia. 

Accogliendo un’ esigenza dell’utenza (già riscontrata nell’organizzazione dei precedenti corsi propedeutici del CMT), il corso si apre anche per fornire aggiornamento culturale sulla Musicoterapia e sui molteplici aspetti dell’esperienza musicale per tutti coloro che ne fossero interessati al di là dell’ esercizio professionale musicoterapico.

Gli obiettivi didattici e formativi prevedono:

  • l’ acquisizione di una conoscenza critica della Musicoterapia nella sua complessità,  presentata, anche a livello esperienziale, in alcuni dei suoi diversi modelli
  • l’ acquisizione di conoscenze di base nelle diverse discipline teoriche e, in particolare, dei riferimenti teorico-psicologici attraverso i quali operare in Musicoterapia
  • l’apprendimento di metodologie di osservazione delle dinamiche relazionali in contesti musicoterapici
  • lo sviluppo di capacità di analisi della musica: in termini tecnici ma anche attraverso una riflessione comparativa sulle differenti realtà del fare musica e secondo i contributi dell'etnomusicologia, della psicologia della musica e della filosofia della musica.
  • il saper riconoscere e usare gli elementi costitutivi principali delle espressioni musicali della nostra cultura: elementi scalari, tonali, ritmici; il saper usare in maniera informale i parametri musicali e lo sviluppo di capacità improvvisative
  • l’ aumento di consapevolezza circa le proprie inclinazioni e caratteristiche personologiche e la propria identità sonoro-musicale
  • l’ apprendimento di modalità di progettazione, realizzazione e verifica di un intervento musicoterapico

Contenuti
La Scuola privilegia l’approfondimento di modelli di Musicoterapia di impostazione
psicodinamica 
(*) avvalendosi della collaborazione di docenti di livello internazionale e specializzati in diversi ambiti clinici (psichiatria, autismo, stati vegetativi, disabilità, prevenzione) e approfondendo le teorie psicodinamiche anche nelle materie teoriche di area psicologico-medica (psicologia, psicologia dell'età evolutiva, psichiatria e neuropsichiatria infantile). La conoscenza, oltre che teorica anche esperienziale, di modelli musicoterapici con differenti riferimenti teorici è offerta come importante integrazione per una conoscenza critica della disciplina, anche al fine di favorire scelte consapevoli, per il futuro musicoterapista, nell’applicazione di tecniche e metodologie.

 (*) fra i modelli psicodinamici il modello Benenzon viene presentato nei suoi primi quattro livelli, per un totale di 56 ore, di cui 48 ore, per il secondo, terzo e quarto livello, sono a cura del Dott. Benenzon

Aree disciplinari
La Scuola Triennale del CMT è una scuola aderente alla Confiam (Confederazione Italiana Associazioni e scuole di Musicoterapia) e si attiene ai protocolli di formazione stabiliti da quest’ultima relativamente alle aree disciplinari e al tirocinio. Il percorso formativo è infatti articolato in quattro aree disciplinari:

Ognuna delle quattro aree include diverse materie; le aree musicale e musicoterapica oltre alle lezioni frontali comprendono vari laboratori:

Area musicoterapica
- Profilo storico e fondamenti teorici della MT in Italia    e all’estero
- Le tecniche di Musicoterapia attiva e recettiva
- Ambiti di intervento
- Analisi di casi clinici
- Laboratori di Musicoterapia attiva e recettiva
- Laboratorio di osservazione del movimento in MT

Area musicale
- Teoria musicale
- Composizione di base
- Etnomusicologia
- Filosofia della musica
- Laboratorio di vocalità
- Laboratorio ritmico e musicale
- Laboratorio di improvvisazione musicale

Area psicologica
- Psicologia generale
- Psicologia della musica
- Psicologia dinamica dell’ età  evolutiva
- Metodologia dell’ osservazione diretta e partecipe
- Psicologia delle dinamiche di gruppo

Area medica
- Elementi di anatomofisiologia del Sistema Nervoso
- Elementi di clinica neurologica
- Elementi di psicopatologia
- Elementi di neuropsichiatria infantile
- Elementi di psichiatria

Monte ore
Il monte ore complessivo del percorso formativo della Scuola Triennale del CMT è di 1200 ore, così suddivise:

510 ore d'aula (lezioni frontali e laboratori)
      (164 il primo anno; 182 il secondo anno, 164 il terzo anno)
250 ore di tirocinio (190 nel setting + 60 di tutoring/supervisione)
300 ore di approfondimento personale per la preparazione degli esami (15 esami)
140 ore per la preparazione della tesi

Tirocinio
Il monte ore del tirocinio è di 250 ore. Esso può essere svolto a partire dal secondo anno di frequenza della scuola. La scuola fornisce nominativi di musicoterapisti e di enti e istituzioni presso i quali inoltrare la richiesta per il tirocinio. Le esperienze di tirocinio dovranno essere integrate dal tutoring (30 ore) e dalla supervisione (30 ore).  Le 60 ore di tutoring e supervisione sono infatti da intendersi come parte integrante del monte ore di 250 ore del tirocinio.

Supervisione
La Scuola organizza (al di fuori del monte ore scolastico) incontri di supervisione individuale o di gruppo, per diplomandi o diplomati, con alcuni dei propri docenti:
Dott. Rolando Benenzon
Dott. Davide Cavagna
Dott.ssa Paola Chieffi
Prof.ssa Rossella Fois
Prof. Ferdinando Suvini

Verifica
Per le materie teoriche sono previsti 15 esami (4 per gli insegnamenti del primo anno, 5 per gli insegnamenti del secondo anno, 6 per gli insegnamenti del terzo anno) da sostenere non obbligatoriamente prima dell’iscrizione agli anni successivi. L’esame di diploma, che prevede la discussione di una tesi, potrà sostenersi una volta superati tutti gli esami e completato il tirocinio.